logoappstyle

Contatti :

 

Tel. 3339781865

appstyle@outlook.it

logoappstyle

by


facebook
instagram

E-commerce, vendere online

2020-11-22 20:04

Giuseppe

Web, covid19 e-commerce, covid19 vendita online,

E-commerce, vendere online

Le ragioni fondamentali per avviare un negozio online in questo momento di emergenza globale sono molteplici ma puntano tutte verso la stessa direz...

Le ragioni fondamentali per avviare un negozio online in questo momento di emergenza globale sono molteplici ma puntano tutte verso la stessa direzione: salvare la propria attività da ulteriori perdite economiche e ottimizzare tutte le risorse disponibili per riuscirci.

Aprire un e-commerce ai tempi del coronavirus è l’unica soluzione che in questo momento può aiutare piccoli e medi imprenditori ad uscire dalla crisi per recuperare fatturato e clienti nel più breve tempo possibile.

Vediamo allora cosa devono fare brand, professionisti e aziende per trarre vantaggio dall’apertura del proprio negozio online.

 

Pianificare una strategia di marketing

Prima ancora di mettere in piedi un e-commerce è necessario pensare a una strategia di vendita che possa incentivare l’acquisto online dei clienti, nuovi oppure attuali ma da “convertire” all’online. In questo senso, per generare e spingere traffico al negozio online c’è bisogno di pianificare una serie di azioni utili a dirottare le future vendite e i futuri acquisti sul web.

 

Investire senza risparmiare sui costi

Aprire un negozio online è un’attività che può essere gestita autonomamente oppure affidandosi a un fornitore: in entrambi i casi, sebbene sia giusto e opportuno rimanere oculati nelle spese, è sconsigliabile cercare di risparmiare e lasciarsi tentare dagli investimenti facili, soprattutto quando si tratta di acquistare servizi di hosting. Il rischio è di ritrovarsi ben presto con una piattaforma inefficace e inadeguata a reggere l’entità dell’attuale traffico web.

 

Personalizzare l’esperienza utente

Puntare sulla conoscenza degli utenti e del loro customer journey è indispensabile per offrire una personalizzazione dei contenuti durante la navigazione dello shop online ma anche per intervenire tempestivamente con eventuali miglioramenti da apportare, come in presenza di carrelli abbandonati. Lo è ancora di più quando l’utente da coinvolgere proviene da modalità di acquisto tradizionali.

 

Fidelizzare la clientela con i canali giusti

Trasformare gli utenti in clienti abituali del proprio negozio online richiede un intervento mirato sui canali più congeniali ad ogni tipologia di consumatore: newsletter o campagne di sms, piuttosto che le piattaforme social, saranno in certi casi gli strumenti privilegiati per restare in contatto con il proprio target sia in fase di acquisizione che di retention, soprattutto per i clienti che fino a ieri acquistavano offline.

 

Sondare l’esperienza di acquisto

Considerando che buona parte del traffico web, da adesso in poi, vedrà sempre più protagonisti anche i clienti che fino a ieri erano soliti acquistare esclusivamente nei negozi fisici, sarà importante preoccuparsi di chiedere e ricevere dei feedback dopo ogni eventuale acquisto. Questo per comprendere il grado di soddisfazione dell’esperienza ed intervenire laddove necessario proprio come succederebbe fuori dal mondo virtuale

#e-commerce napoli
#e-commerce vomero

#siti vetrina napoli

e-commerceaa-1606071710.png
Create Website with flazio.com | Free and Easy Website Builder